La Scapece, l’ingrediente segreto dei panini del TerroneNato

La Scapece, l’ingrediente segreto dei panini del TerroneNato

987
0
CONDIVIDI

Se viaggiate verso il sud o meglio “Scendete giù” e avvertite un certo languorino non potete non spararvi un sandwich con uno degli ingredienti sacri per antipasti, contorni e panini di ogni TerroneNato che si rispetti: La Scapece!

“Se siete del Nord” vi avverto che questo ingrediente è del tutto Vegan, Vegetarian e tutte le parole di cucina chic, cool, Francesi e Inglesi che vi possano mai venire in mente!

Ne esistono varie versioni a seconda dell’area geografica terrona in cui vi troviate, ma oggi siamo qui a parlarvi della ricetta pura, quella senza olio di palma (al massimo di Palmi): La Scapece di Melanzane!

E qui il terrone che c’è in ognuno di voi dirà: “La vuoi uscire sta ricetta che mi sta venendo fame!
Ecco quindi gli ingredienti e preparazione di uno dei Sacri Graal Terroni.
Si ma non è che adesso lo dici a tutti no? non fa u ‘Mbron!

Ingredienti:

  • 3kg di Melanzanevedi che si stringono, più kg fai e più mangiate
  • 1 bottiglia di aceto Bianco
  • 2 Bottiglie d’acqua
  • Olio extravergine d’oliva
  • Aglio
  • Menta
  • Limone
  • Peperoncino “secondo te poteva non essere piccante?”
  • 2 giorni di pazienza e tanto amore come in ogni ricetta del sud
Ricetta from Montegiordano (Cs)

melanzane-sottolio-terroninati-2Credit Immagine

Preparazione:

Lavate e sbucciate le melanzane per togliere tutta la pelle nera. Ora tagliate le melanzane a listarelle più o meno della stessa grandezza, “non fate i Milanesi precisini!”

Mettetele in uno scola pasta e copritele con del sale man mano che le inserite, successivamente mettete un peso sopra e lasciate riposare per 1 notte.

“Una volta passata la nottata potete mangiarle… Vi piacerebbe!
C’è ancora da lavorare e poi non dite che qui al Sud non facciamo niente!”

melanzane_sottolio_terroninatiUna volta trascorsa la notte inseritele in un contenitore grande come da foto qui sopra, aggiungete acqua e aceto nelle proporzioni prima indicate oltre a un po’ di succo di limone per evitare che si anneriscano e attendete 1 notte.

Ora viene il bello, strizzate con tutta la forza che avete le melanzane, inseritele in un contenitore e condite con menta, aglio e olio.

Fate bollire i Boccacci, (no non sono tanti libri di Boccaccio, sono i comuni vasetti) per sterilizzarli, una volta raffreddati inserite le melanzane condite precedentemente schiacciandole all’interno con un cucchiaio aggiungendo olio fino a coprirle (“mi raccomando quando andate a mangiarle coprite con altro olio, se le lascate scoperte prendono freddo e si fa la muffa, coprile come un figlio!”)

Mo (adesso) se avete fame mangiatele (sono buone lo stesso), se no lasciatele riposare qualche giorno per farle insaporire bene bene!

melanzane-sottolio-terroninati-3Credit Immagine