Patatine Fritte? Macchè…meglio i Peperoni Cruschi!

Patatine Fritte? Macchè…meglio i Peperoni Cruschi!

1286
0
CONDIVIDI

Ormai come ogni Lunedì, l’appuntamento con le Ricette Terroni è diventato d’obbligo in modo tale da farvi iniziare la settimana con quell’acquolina in bocca che vi fa quasi dimenticare che al fine settimana mancano soltanto 5 giorni e quasi 40 ore di lavoro! (Che volete che siano per degli stakanovisti come voi!)

Questa settimana abbiamo deciso di portare sulle vostre tavole il Top del top degli stuzzichini, i Paparul Crusch (Peperoni Cruschi)!

Il solo scrivere il loro nome mi crea quell’acquolina e quasi quasi riesco a percepire la loro croccantezza in bocca, (no non sono pazzo è che mia madre li ha appena preparati, quindi li sento davvero!)

Questa non sarà una vera e propria ricetta poichè la loro preparazione non è così complessa nonostante sia abbastanza lunga. Però, tranquilli… la parte dell’essiccazione si può saltare comprandoli già essiccati!

Ingredienti e Preparazione:

  • Peperoni dolci (quelli lunghi, fini e rossi)
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Ago e Spago (no tranquilli questi non si mangiano!)

Iniziamo dunque prendendo ago e spago (saltiamo il passaggio dove lo spago va nella cruna dell’ago, dovreste saperlo, spero).

Inzertate (infilate) l’ago nel picciolo dei peperoni lasciandone sempre uno a destra e uno sulla sinistra. Più peperoni infilerete e più la collana che andremo a comporre sarà più grande, la così detta Nzerta di Peperoni.

peperoni-cruschi-terroninatiDopo aver chiuso con un nodo i due capi dello spago, lasciate essiccare i peperoni al sole finchè non saranno diventati di un rosso scuro e abbastanza secchi.

(per chi abita al nord, tranquilli sappiamo dei vostri problemi di sole, ve li mandiamo noi da giù oppure compratevi un essiccatore!)

A questo punto prendete i peperoni e rimuovete il picciolo e i semi dando una passata ai peperoni con un panno umido per togliere eventuale polvere.

Ora potete immergerli completamente nell’olio bollente, fate dorare per qualche secondo (attenti a non bruciarli che è peccato!). Alla doratura riponeteli in un piatto e una volta raffreddati, spolverate con del sale.

Ora lasciateli raffreddare un po’ perchè più sono Cruschi (croccanti) e meglio è!

peperoni-cruschi-terroninati-frittiEcco pronto quindi il vostro contorno adatto ad aprire lo stomaco prima di un pranzo, cena (che ovviamente da buoni TerroniNati sarà di almeno 4/5 portate).

Puoi usare i peperoni cruschi anche sbriciolandoli su pasta al sugo, su orecchiette o cavatelli con le cime di rapa e mollica fritta, sul baccalà o, magari in una bella e soffice frittata, per non parlare su un bel purè di patate, ceci o cicerchie…(basta mi fermo se no non finisco più).

Perciò posate ste patatine e mangiatv i Paparul crusch che è meglio, fidatevi!