Ricetta dei Crispi: gli anelli più amati dai TerroniNati

Ricetta dei Crispi: gli anelli più amati dai TerroniNati

1896
0
CONDIVIDI

Se ogni stagione ed ogni festa ha la propria ricetta, un Crispo è invece per sempre.

Cosa sono i Crispi? (no, non è una parola inglese, niente a che fare con i Crispy McBacon del McDonald’s). Il Crispo è semplicemente l’anello d’orato più amato dai Terroni, fragrante, fritto e sfizioso. Vi conquisterà morso dopo morso.

Ingredienti per i Crispi (Crespelle):

  • 1 kg di farina per pizza
  • 1 cubetto di lievito (25g)
  • Sale
  • Acqua
  • Olio extravergine d’Oliva per friggere

crispi-terroninati

Credit Immagine

Come al solito ora è il momento di far andare le mani. Al Sud quando si cucina, l’impegno e la concentrazione sono degne delle più combattuta finale di Champions League.

Su un ripiano pulito mettete la farina setacciata nella classica forma a fontana che vi piace tanto, aggiungendo soltanto un pizzico di sale. Adesso, scaldate un pentolino d’acqua sciogliendo il cubetto di lievito al suo interno.

Versate l’acqua all’interno della fontana e iniziate ad impastare fino a che non otterrete un panetto liscio, lindo e pinto.

Terminato il lavoro di “Forza” ora passiamo al lavoro di “Precisione” (il mio incubo! quando aiuto mia nonna al primo errore mi guarda come se fossi un criminale).

Mettete a riposare l’impasto in una ciotola leggermente unta e copritela con un panno umido. Posizionate tutto l’ambaradam in un luogo caldo fino a quando non vedrete strabordare l’impasto.

E’ il momento di friggere…Mettete a letto mariti e bambini!!!

Scaldate tanto olio da riempire una padella dell’altezza di 5/6 centimetri. Armatevi di pazienza e concentrazione e seguite le mie istruzioni alla lettera.

Con le mani unte prendete un po’ di pasta, foratela al centro e con un movimento circolare create una ciambella con un diametro di circa 10 cm. (Non preoccupatevi, le parolacce ogni volta che se ne rompe una sono parte integrante della ricetta originale)

Adesso, adagiate dolcemente la “ciambella” nell’olio avendo cura che non si richiuda su sè stessa; meglio se qualcuno vi aiuta allargando con un cucchiaio le ciambelle appena posizionate.

Dopo averle girate un paio di volte, attendete la completa doratura e ritiratele posizionandole in un recipiente pronto per l’occasione. Mi raccomando, se non li avete già mangiati tutti durante la preparazione, vanno serviti caldi e fumanti.

Tanto lavoro, ripagato da un gusto sublime!

Ah quasi dimenticavo: lo sapete che i Crispi sono buoni anche con lo zucchero? Stessa ricetta con una spolverata di zucchero finale, e mo’… Citt e mangiat’!

DOLCI-TERRONINATI-CRISPICredit Immagine

Credit Immagine Copertina