Ricetta della Cullura, il dolce Pasquale della tradizione centenaria dell’Alto Jonio

Ricetta della Cullura, il dolce Pasquale della tradizione centenaria dell’Alto Jonio

714
0
CONDIVIDI

Se c’è un dolce che contraddistingue al meglio il nostro territorio quello è senza ombra di dubbio la Cullura. L’invasione delle tavole con questo dolce per le vacanze di Pasqua è appena iniziata!

Per chi non lo sapesse la Cullura è un tarallo morbido di grandi dimensioni; viene preparato a forma di ciambella e adornato con con uova che richiamano la Pasqua in una tradizione centenaria.

Ingredienti:

  • 2 kg di farina 00
  • 1/5 kg di lievito madre
  • 1/5 Dado di lievito di birra
  • 150 gr di strutto
  • 150 gr di olio d’oliva
  • Finocchio selvatico (anisetta)
  • 2 cucchiai di sale
  • 8 uova fresche ( per l’impasto ) a parte le altre da inserire sul dolce.

Preparazione:

Disponete la farina a fontana su un piano da impasto. Inserite le uova intere, semi di finocchio quanto basta, sale e lo strutto leggermente ammorbidito con le mani.

Sciogliete il lievito di birra e il lievito madre nell’acqua tiepida (anche solo il lievito di birra per chi non avesse il lievito madre). Una volta sciolto aggiungete a poco a poco mentre impastate il tutto con le mani. A metà impasto aggiungete l’olio e continuate ad impastare finché il tutto non avrà raggiunto una buona consistenza.

Lasciate riposare 2 ore il tutto. Una volta che l’impasto sarà lievitato dividete lo stesso in 2 o 3 parti a seconda della grandezza che si vuole raggiungere. Create coi panetti una ciambella (aiutatevi con la fotografia per regolarvi). Ora adagiate delicatamente le uova sulla cima della Cullura in 4 o 5 punti di equa distanza e a piacere potete adornarle con 2 striscette di impasto apposte al di sopra delle uova a forma di croce.

Rompiamo ora un uovo intero e lo misceliamo ad un po’ di latte, a questo punto spennelliamo tutta la Cullura con la miscela creata. Infornate il tutto per 30 minuti a 180° con forno preriscaldato.

Ps: Sbizzarritevi anche con altre forme adornate con l’uovo e per chi voglia anche zuccherini colorati.

Le vostre Cullure sono pronte e la tradizione è salva anche quest’anno! Buona Pasqua a tutti!