La “puzza di fritto”, una molestia olfattiva? Ma mi faccia il piacere!

La “puzza di fritto”, una molestia olfattiva? Ma mi faccia il piacere!

184
0
CONDIVIDI

Treemate Nonne, la Corte di Cassazione ha deciso, la puzza di fritto d’ora in avanti sarà a tutti gli effetti considerata come un reato. Con la sentenza 14467/017 infatti, l’odore di fritto che si propaga in lungo e largo è identificabile come una “molestia olfattiva” e dunque perseguibile legalmente. “Bisognerà rispettare il limite di tollerabilità”, aggiunge la sentenza. Mo’ caro giudice vai a spiegarlo tu a mia nonna che deve friggere sì, ma rispettando il limite di tollerabilità. Che poi bisognerebbe anche capire di quale tollerabilità si parla e su quali tipologie di essere umani è stata parametrata. E’ risaputo infatti, che i nostri globuli rossi, quelli di noi del Sud, nascono già temprati, assuefatti e il fritto rappresenta tutt’altro che una molestia.

Frittura galeotta – Tutto è iniziato con una lite di condominio, sfociata poi in un contenzioso presso il Tribunale di Trieste. I proprietari di un appartamento sono stati accusati dai loro vicini di provocare continue immissioni di odori, fumi e rumori molesti che, dalla propria cucina, avrebbero turbato il normale svolgimento delle attività nell’appartamento al piano superiore.

Dite la verità, a quale TerroneNato trapiantato al Nordde, non è mai capitata qualcosa di simile almeno una volta nella vita?

Vabbè, dai su vi crediamo…

Il bello arriva adesso. Come se non bastasse siccome il tutto è stato inquadrato nell’ambito del “getto pericoloso di cose”, secondo il Codice Penale, articolo 674, il reato sarà punibile con l’arresto fino a un mese o con l’ammenda fino a euro 206.

Ma voi vi immaginate vostra nonna/mamma/zia in carcere perché lo chanel n°5 emanato dai panzerotti ha infastidito quella chic della vicina?

A pochi giorni dal 50° anniversario della morte del grande e mai dimenticato principe della risata, Totò, non ci resta come commentare così:<<Carissimo, esimio signor Giudice o come si fa chiamare abitualmente… Ma mi faccia il piacere!>>.