Montegiordano, la facciamo o no una spiaggia dog-friendly?

Montegiordano, la facciamo o no una spiaggia dog-friendly?

45
0
CONDIVIDI

Andare in vacanza col proprio cane (ahimè) è ancora cosa dura in Italia. Nonostante il numero di spiagge che consentono l’ingresso ai cani si stiano moltiplicando sul suolo italico, da noi, le spiagge dog-friendly, sono quasi utopia.

Cosa vuol dire spiagge dog-friendly? In parole poverissime, spiagge amiche degli animali in quanto accessibili e confortevoli anche per i nostri amici a quattro zampe.

Come molti ben sanno, per portare il proprio Fido al mare, è necessario rispettare norme di sicurezza, comportamento etc.

Assodato ciò, veniamo a noi. In un paesino piccolo come il nostro, sui “pisconi” (Massi, pietre e/o pietruzze) della nostra spiaggia, molto spesso si assistono a litigi dovuti ai comportamenti gioiosi di cagnoloni o alla noncuranza dei “padroni”. Bella la rima ah?

La soluzione per evitare questi spiacevoli inconvenienti? Riservare e rendere una parte di spiaggia pubblica dog-friendly appunto. Cestini ad hoc e chissà magari giochini per i nostri amici a quattro zampe. Onestamente non pensiamo serva chissà quale investimento economico per realizzare un qualcosa che offrirebbe sicuramente un servizio gradito a molti nostri turisti. Dunque adesso la fatidica domanda… carissimi amministratori, carissimo sindaco Fiordalisi, cosa ne pensate, la facciamo o no una spiaggia dog-friendly?

N.B. Invito che rivolgiamo però a tutti gli amministratori dell’Alto Jonio.

Per salutarci (in attesa di risposte), ecco un breve vademecum per l’estate:

  •  Prima di tutto, abbiate cura di rispettare le norme di sicurezza previste dal gestore o in caso di spiaggia pubblica contenute nel regolamento comunale. Il cane deve essere regolarmente vaccinato per le principali malattie infettive, quali rabbia, cimurro etc.
  • Accertatevi che il cane sia in postazione ombreggiata e non lasciatelo mai andare a fare il bagno da solo. Tenerlo sempre vicino e è consentito che si sposti liberamente non perdetelo di vista: la presenza di altri cani potrebbe risultare sgradita o in caso di cani di sesso opposto fin troppo gradita per entrambi.
  • Curate l’alimentazione secondo le indicazioni del veterinario di fiducia, che avrete consultato prima della partenza. Tenete sempre con voi bottiglie contenenti acqua fresca, non gelata, per dissetarlo e non cedete alle sue insistenze quando sarà attratto da gelati o altre succulenti leccornie.
  • Ricordate, infine, che i proprietari sono personalmente responsabili del comportamento del proprio cane e degli eventuali danni causati a persone o cose, e che è vietato a chiunque utilizza la spiaggia per cani abbandonare eventuali escrementi solidi, che devono essere rimosse con paletta e sacchettino e gettate nell’apposito raccoglitore.